Uniti contro i bulli

a cura del Prof. Cosimo Parisi

Venerdì 18 dicembre alle 20.00 l’I.P. “Crotto Caurga” e l’I.C. “Garibaldi di Chiavenna hanno presentato l’evento “Uniti per dire stop ai bulli” Le due scuole hanno dato vita a questo evento allo scopo di informare la popolazione sui contenuti della legge 71/2017, di sensibilizzare gli adulti sulla problematica del cyberbullismo e di far conoscere le conseguenze generate dell’uso improprio della rete e dei social network. Nella prima parte della serata sono stati messi in scena tre sketch, in cui alcuni alunni delle due scuole, sotto la guida del comandante della polizia municipale di Chiavenna, Maurizio Frenquelli, autore dei testi recitati, hanno presentato momenti verosimili di prevaricazione e di prepotenza. Nella seconda parte si è si è dato vita ad una tavola rotonda sulla tematica del cyberbullismo, a cui le brevi rappresentazioni teatrali facevano appunto riferimento. Al tavolo, insieme all’organizzatore della serata, il Prof. Parisi Cosimo, erano seduti:

  • Il capitano Daniele Gandon, comandante della compagnia dei carabinieri di Chiavenna, che ha presentato la legge 71 del 2017;
  • Il Dottor Riccardo Gianera, avvocato in Sondrio che ha illustrato le conseguenze civili e penali della legge;
  • La dottoressa Lina Porta, Dirigente del consultorio di Chiavenna, che si è soffermata sulle conseguenze psicologiche che possono verificarsi sugli attori di episodi di bullismo e/o di cyberbullismo;
  • Il Prof. Gianfranco Bordoni, che si è soffermato sui pericoli insiti nella rete.

Alla buona riuscita dell’evento hanno contribuito, in diversi ruoli, la prof. ssa Rosy Corrado, le signore Silvia Paroli e Silvia Mercuri e gli Agenti della Polizia locale di Chiavenna Francesco Feracco e Paolo Pasini.

Soddisfazioni e unanimi apprezzamenti sono stati espressi dai partecipanti all’evento.